Lega Invalidi O.N.L.U.S.

PRESCRIZIONE CARTELLA ESATTORIALE

E-mail Stampa PDF

Quando si prescrive la cartella di pagamento non opposta?

Equitalia, richiamando l’art. 2953 cod. civ.,  stabilisce che la prescrizione è di dieci anni tutte le volte in cui il creditore agisce in forza di una sentenza di condanna. Ma la cartella di pagamento è piuttosto un atto di precetto, prodromico all’esecuzione forzata, non una sentenza di condanna come quella emessa da un giudice. E’ certamente un titolo esecutivo e, come tale, ha la stessa efficacia della sentenza, specie se non opposta entro i termini di legge dal contribuente (perché, in tal caso, assomiglierebbe ancor di più a una sentenza passata in giudicato).

 

Rossano (CS), parte l’Assistenza Domiciliare

E-mail Stampa PDF

Sostegno alla disabilità. L’amministrazione comunale ha pubblicato l’Avviso per l’accesso al Servizio di Assistenza Domiciliare (SAD) rivolto alle persone non autosufficienti infrasessantacinquenni, per favorire la permanenza nel proprio ambiente familiare ed evitare qualsiasi forma di emarginazione. La prestazione avrà la durata di 12 mesi, gestita dall’ATI “Consorzio 45 – Cooperativa Rossano Solidale” e sarà attuata in tutti i Comuni ricadenti nell’Ambito Territoriale del Distretto di Rossano: Crosia, Calopezzati, Caloveto, Cropalati, Longobucco e Paludi.
L’ufficio per le politiche sociali del Comune di Rossano, quale Ente capofila, ha avviato l’iter procedurale per la raccolta delle istanze  che dovranno pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune di residenza entro e non oltre il 10 Aprile 2015.

 

Lei è disabile, lui disoccupato: sfrattati dal tribunale

E-mail Stampa PDF

Una coppia costretta a lasciare la casa assegnatali nel 2009 e pagare gli affitti arretrati con tanto di interessi

Era il 2009 quando Graziella Boggi e Giacomo Pitter sembravano aver trovato, finalmente, casa.
Dopo anni di soluzioni temporanee e raffazzonate – come abitare per mesi in un box arredato – la coppia presenta i requisiti per partecipare a un programma di reinserimento sociale, che consegna loro le chiavi di un appartamento a Lainate.
Peccato che, poco dopo, il progetto di solidarietà de “La Cordata” fallisca e i due si ritrovino sul groppone migliaia di euro di debiti, ma soprattutto senza un tetto sulla testa. Il Tribunale di Milano ha infatti disposto che la coppia abbandoni l’abitazione, provveda al pagamento delle spese processuali e versi gli affitti arretrati, con tanto di interessi. Il danno e la beffa.

 

Slitta il canone Rai in bolletta , giallo sui tempi e realizzazione

E-mail Stampa PDF

Il sottosegretario Giacomelli chiude la porta all'inserimento del balzello nell'Irpef: "Troppo farraginoso". Intanto il governo prepara un pacchetto di emendamenti alla Stabilità, dall'ebola ai fondi Ue. Spunta l'ipotesi fiducia.

MILANO - Slitta il canone Rai in bolletta elettrica. Non saràdal gennaio 2015. Il sottosegretario allo Sviluppo Economico con delega alle telecomunicazioni, Antonello Giacomelli, chiude la porta alla possibilità di legare il balzello all'Irpef e torna a indicare la destinazione in bolletta, mentre il governo frena sui tempi: difficile che si riesca per gennaio 2015. Lo stop del governo, celato dietro la difficoltà di essere operativi per la prossima scadenza del canone, è arrivato dopo le critiche incrociate del Nuovo Centro destra che ha chiesto di riferire in Parlamento e del M5s.
Ad avviare il tema è stato Giacomelli, parlando a 24 Mattino di Alessandro Milan, su Radio 24: "Contiamo di presentare in Senato un emendamento alla legge di Stabilità per inserire questa norma con l'intenzione di renderlo effettivo già da gennaio dell'anno prossimo. Con questo strumento consideriamo di recuperare in modo pressoché totale l'evasione.

 

Sostieni la Lega Invalidi

E-mail Stampa

Sostieni l’associazione Lega Invalidi O.N.L.U.S. ed il sito legainvalidi.it

Puoi esserci d’aiuto con poche semplici gesta:

1) Mediante l’uso della propria carta di credito oppure effettuando la donazione online dal proprio istituto postale o bancario inserendo l’ IBAN:

 

IT 04 R 053 8722 2010 0000 0930 239 ;


2) Mediante i moduli presenti da firmare e consegnare al proprio istituto postale o bancario:


Modello per donazione continuativa domiciliata, sostenendoci periodicamente;


Ordine di bonifico a favore, per aiutarci anche con una piccola donazione.

 

Aiuta ad aiutare, il tuo sostegno è fonte di grandi progetti.

 

Contro il nuovo ISEE: occupata la sede dell'Agenzia delle Entrate

E-mail Stampa PDF
Contro il nuovo ISEE: occupata la sede dell'Agenzia delle Entrate

Il nuovo calcolo Isee sarebbe una "Fabbrica di nuovi poveri". Così la definisce lo sportello sociale Social Log che oggi ha occupato l'Agenzia delle Entrate di via Marco Polo.

"Oggi abbiamo voluto aprire pubblicamente un nuovo fronte delle lotte sociali a Bologna" si legge nella nota "inauguriamo una nuova attività del nostro sportello di ascolto e di autorganizzazione facendo appello a tutti e a tutte quanti hanno già scoperto o scopriranno tra poco la nuova sorpresa avvelenata del governo Renzi quando si appresteranno a compilare il Nuovo Calcolo Isee: più del 20% degli aventi diritto al welfare e ai servizi pubblici agevolati fino al 2014 si troveranno da quest’anno espulsi dalle graduatorie, così come per molti aumenteranno a dismisura gli affitti nelle case popolari o verranno sbattuti fuori dalle graduatorie ERP".

 

Isee, nuovo metodo danneggia i disabili: “Pensioni invalidità assimilate a stipendi”

E-mail Stampa PDF

Le associazioni per i diritti delle persone con disabilità hanno presentato tre ricorsi al Tar contro l'aggiornamento del metodo di calcolo dell'indicatore indispensabile per accedere a prestazioni sociali agevolate. Chi riceve assegni e altre indennità risulta in molti casi "ricco" e perde il diritto a ulteriori aiuti o l'accesso alle case popolari.
Stop al nuovo Isee. La protesta dei famigliari delle persone disabili va avanti da mesi. La revisione dell’Indicatore della situazione economica equivalente rischia infatti di sfavorire soprattutto chi è in condizioni più gravi. Le novità sono state approvate dal governo a fine 2013, ma sono entrate in vigore solo a inizio 2015, dopo che a novembre un decreto del ministero del Lavoro ha predisposto i nuovi modelli per la dichiarazione sostitutiva unica (Dsu) a fine Isee. A essere coinvolti dalle modifiche sono milioni di persone, visto che la dichiarazione Isee è indispensabile per l’accesso a prestazioni sociali agevolate e aiuti per le situazioni di bisogno. L’Isee è stato ripensato anche per rendere il modello meno permeabile a elusioni e abusi. Ma ora sfavorisce i disabili più gravi. Queste almeno le accuse di diverse associazioni, che hanno presentato ben tre ricorsi al Tar, la cui sentenza è attesa a breve.

 


Pagina 4 di 21
Banner

Cerca

Chi è online

 26 visitatori online

Sostienici

Grazie per la vostra donazione.

Importo: 


5 X 1000

5 x 1000

ISCRIVITI

Iscriviti al nostro sito. Registrandoti gratuitamente potrai accedere alle aree riservate agli utenti quali "Dì la tua" sezione dove esporre i tuoi pensieri e le tue opinioni, e "Statuto".

In più, verrai aggiornato sulla propria mail di tutti i nuovi articoli pubblicati sul sito mediante il Servizio Newsletter.

Che aspetti, iscriviti!!!


 


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedete la privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information