Lega Invalidi O.N.L.U.S.

Slitta il canone Rai in bolletta , giallo sui tempi e realizzazione

E-mail Stampa PDF

Il sottosegretario Giacomelli chiude la porta all'inserimento del balzello nell'Irpef: "Troppo farraginoso". Intanto il governo prepara un pacchetto di emendamenti alla Stabilità, dall'ebola ai fondi Ue. Spunta l'ipotesi fiducia.

MILANO - Slitta il canone Rai in bolletta elettrica. Non saràdal gennaio 2015. Il sottosegretario allo Sviluppo Economico con delega alle telecomunicazioni, Antonello Giacomelli, chiude la porta alla possibilità di legare il balzello all'Irpef e torna a indicare la destinazione in bolletta, mentre il governo frena sui tempi: difficile che si riesca per gennaio 2015. Lo stop del governo, celato dietro la difficoltà di essere operativi per la prossima scadenza del canone, è arrivato dopo le critiche incrociate del Nuovo Centro destra che ha chiesto di riferire in Parlamento e del M5s.
Ad avviare il tema è stato Giacomelli, parlando a 24 Mattino di Alessandro Milan, su Radio 24: "Contiamo di presentare in Senato un emendamento alla legge di Stabilità per inserire questa norma con l'intenzione di renderlo effettivo già da gennaio dell'anno prossimo. Con questo strumento consideriamo di recuperare in modo pressoché totale l'evasione.

 

La nuova multa di €705 del M.I.T.

E-mail Stampa

Nuove lotte in arrivo per i corpi di polizia, soprattutto locali, che hanno sempre meno dimestichezza con l’italiano, figuriamoci con la normativa, a seguito dell’introduzione della circolare n°15513, del 10.07.2014, emanata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (di seguito M.I.T.).
Di certo, e non si parla di dote di chiaroveggenza, darà lavoro agli avvocati poiché, in molti saranno consultati. Quante persone, facenti parti delle forze dell’ordine, comprenderanno la circolare??? Sicuramente pochissime!
Analizziamola nel dettaglio:

 

Riforma della giustizia, modifiche all'art. 92 c.p.c.

E-mail Stampa PDF

Riforma della giustizia: d'ora in avanti chi perde paga le spese di giudizio. In arrivo la modifica all'art. 92 c.p.c.

"Chi perde paga" è uno dei leitmotiv di questi giorni inerenti uno dei cardini fondamentali della riforma della giustizia. Tra le misure introdotte nello schema di decreto legge varato dal Consiglio dei Ministri il 29 agosto scorso (Vedi: RIFORMA della GIUSTIZIA CIVILE, Consiglio dei Ministri 29.8.2014) - Tutte le novità: schema sul DECRETO LEGGE Renzi-Orlando  - Avv. Paolo Storani), nell'ambito del pacchetto di riforme che dovranno "rivoluzionare" il sistema giustizia e, in primis, il processo civile, c'è, infatti, il rafforzamento della previsione che chi soccombe nel giudizio è tenuto a rimborsare le spese del processo, limitando notevolmente i casi di compensazione.
Nulla di nuovo, in ordine al principio di procedura, notoriamente previsto dall'art. 91 c.p.c., secondo il quale le spese seguono la soccombenza.

 

"Falsi invalidi", il Tar sconfessa l'Inps: lesi i diritti dei veri disabili

E-mail Stampa PDF

Sentenza del Tar del Lazio che riconosce l'illegittimità delle modalità con le quali negli ultimi anni l'Istituto di previdenza ha compiuto le verifiche straordinarie di invalidità e handicap. Anffas e Fish esultano: "Decisione storica"

ROMA - E' una sentenza che Anffas e Fish definiscono "storica". Il Tar del Lazio, con decisione 3851/2014 del 9 aprile scorso, ha riconosciuto che le modalità adottate dall'Inps per le verifiche straordinarie delle invalidità (i cosiddetti controlli contro i "falsi invalidi") sono state illegittime e lesive dei diritti delle vere persone con disabilità. Una posizione giunta dopo tre anni di dura battaglia giudiziaria intrapresa da Anffas, con l'intervento "ad adiuvandum" della Fish, contro una serie di messaggi e circolari con i quali l'Istituto di previdenza, fra il 2011 e il 2012, disciplinò i controlli dei Piani straordinari di verifica.

 

Imposte di bollo esclusivamente telematiche dal 2015

E-mail Stampa PDF

L'Agenzia delle Entrate ha approvato, (provvedimento n. 146313/2014), il modello per la dichiarazione dell’imposta di bollo assolta in modo virtuale con le relative istruzioni e le specifiche tecniche per la trasmissione telematica. D’ora in poi i contribuenti potranno pagare online le marche da bollo sulle richieste trasmesse in via telematica alla Pubblica Amministrazione e sui relativi atti. Anche con carte di credito, di debito o prepagate.
Il progetto, previsto dalla Legge di Stabilità 2015, insieme tra gli altri all'identità digitale, è uno dei tasselli chiave nell’ambito del percorso volto a dare nuovo impulso alla digitalizzazione dei procedimenti amministrativi, in un’ottica di semplificazione degli adempimenti a favore dei contribuenti.

 

Campobasso: garbuglio per 70mila euro

E-mail Stampa PDF
Protezione civile, assunti come disabili senza i requisiti: multati i direttori per 70mila euro
L’Ispettorato del lavoro di Campobasso ha sanzionato gli ultimi cinque direttori dell’Agenzia (Giuseppe Giarrusso, Alberta De Lisio, Riccardo Tamburro, Emidio Mastronardi e Sandra Scarlatelli) per gli omessi adempimenti assuntivi dal "concorsone" del 2012 ad oggi previsti dalla legge sulle categorie protette. L’indagine della Squadra Mobile ha evidenziato la presenza di soggetti che avevano autocertificato la loro invalidità pur non avendo tutti i requisiti. Solo l’ultima arrivata negli uffici di via Sant’Antonio Abate, Sandra Scarlatelli, ha "depennato" dall’elenco degli ammessi 4 persone su 15 e ora sta avviando le procedure per le nuove assunzioni.
 

L'iscrizione ipotecaria è di competenza esclusiva delle Commissioni Tributarie

E-mail Stampa PDF

Competenza esclusiva della Commissione Tributaria in tema di opposizione formale all'iscrizione ipotecaria - Trib. Taranto 30.5.2014 Giud. Claudio CASARANO

L'inedita sentenza n. 1722 resa il 30 maggio 2014 dal Dott. Claudio CASARANO del Tribunale di Taranto afferma la competenza esclusiva della Commissione Tributaria in tema di opposizione formale ad iscrizione ipotecaria, come peraltro già sottolineato dallo stesso Giudice dell'Esecuzione che sospendeva la esecuzione forzata, in realtà è una misura cautelare strumentale all'espropriazione.

"Non è quindi ancora indicativa di inizio di esecuzione ed a rigore non può radicarsi la competenza del giudice dell'esecuzione, non essendo ancora iniziata un'esecuzione forzata.

In materia poi è intervenuta la legge 248/2006 che ha inserito fra gli atti elencati nell'art. 19 del D.lg. 546/1992, ed impugnabili avanti alle Commissioni Tributarie l'iscrizione di ipoteca sugli immobili di cui all'art. 77 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973 n. 602, e successive modificazioni; oltre che il fermo di beni mobili registrati.

 


Pagina 1 di 16
Banner

Chi è online

 4 visitatori online

Cerca

Sostienici

Grazie per la vostra donazione.

Importo: 


5 X 1000

5 x 1000

ISCRIVITI

Iscriviti al nostro sito. Registrandoti gratuitamente potrai accedere alle aree riservate agli utenti quali "Dì la tua" sezione dove esporre i tuoi pensieri e le tue opinioni, e "Statuto".

In più, verrai aggiornato sulla propria mail di tutti i nuovi articoli pubblicati sul sito mediante il Servizio Newsletter.

Che aspetti, iscriviti!!!